Quello che ha visto il vento dell'est

Quartetto d'Archi del Festival Internazionale di San Marino

QUELLO CHE HA VISTO IL VENTO DELL'ESTI

Sabato 22 settembre 2018
Madonna della Vittoria | ore 20.45

Quartetto d'Archi del Festival Internazionale di San Marino
Olekandr Semchuk, violino
Ksenia Milas, violino
Silvia Mazzon, viola
Marcin Sieniawski, violoncello

Leonardo Zunica, pianoforte

C. Debussy (1862 - 1918)
Beau Soir
(trascrizione per quintetto di Orfeo Mandozzi)

P. Vasks (1946)
The fruit of silence
(prima esecuzione italiana)

E. Stankovich (1942)
Quintetto
(commissione Eterotopie Piano Festival - prima esecuzione mondiale)

R. Schumann (1810 - 1856)
Quintetto op. 44

"Ciò che ha visto il vento dell'Ovest" è il titolo di un celebre preludio di Debussy. Nel riscriverne il titolo, l'elemento metereografico però non c'entra; è piuttosto un tentativo di scoprire ciò che succede musicalmente non lontano da qui, con quella curiosità che crediamo animasse lo stesso Debussy, nell'Oriente più prossimo a noi. È l'Est di due compositori come Evgen Stankovich, nato in Ucraina e autore prolifico in tutti i generi, dall'operistico al balletto, al sinfonico, e Pēteris Vasks, rappresentante importante, ma poco conosciuto in Italia, di quella rinascenza musicale dei Paesi Baltici, che ha in Arvo Pärt il suo maggior e più celebre alfiere. Un itinerario sconosciuto che si conclude con le note festose del Quintetto op. 49 di Schumann.