Marco Dalpane

Marco Dalpane pianista e compositore, si dedica principalmente alla musica delle avanguardie del ‘900 e del secondo dopoguerra, ha trascritto le sue musiche, canzoni e brani strumentali, per il più classico degli strumenti, il pianoforte. Ad Erik Satie il compito di aprire il concerto con le tre Arie a faire fuir (qui Satie gioca con il doppiosenso del termine fuir / fuggire e la forma musicale della fuga) tratte dalla raccolta degli Piéces Froides, pezzi freddi caratterizzati da una statica, ripetitiva quanto inedita, per lo meno in ambito musicale,indolenza. Composti nel 1898 sono tra i primi testimoni di quel vocabolario di iconoclasti ed esilaranti “consigli all’interprete” (in una maniera molto particolare, modestamente, affaticato, fate il vostro gioco, aprite la testa...) che Satie inizia ad includere all’interno delle proprie partiture, “piccoli segreti” tra lui stesso e l’esecutore, come egli stesso li definiva. 

www.marcodalpane.com
Marco Dalpane, pianoforte