Luigi Puxeddu

Luigi Puxeddu

Luigi Puxeddu è nato a Rovigo nel 1967 e ha studiato sotto la guida di Luca Simoncini, Franco Rossi, Amedeo Baldovino, Mario Brunello, Antonio Janigro e David Geringas.
Dopo aver vinto importanti premi (Vittorio Veneto, Viotti di Vercelli, Milano A.M.I.) ha intrapreso una brillante carriera che lo ha portato a suonare nelle più importanti sale del mondo (Teatro alla Scala, Salle Pleyel di Parigi, Mozarteum di Salisburgo, Lincoln Center di New York, Vienna Musikverein, Suntory Hall di Tokio, ecc.).
Si è esibito da solista - incidendo anche per la Rai e la Orf – e come primo violoncello delle più importanti orchestre sinfoniche italiane (Teatro alla Scala, Teatro La Fenice, Filarmonica Toscanini, Orchestra Regionale Toscana, ecc. diretto da Barenboim, Chailly, Oren, Maazel, Bychkov, Dudamel ecc.).
Ha suonato per diciassette anni come violoncello solista dei Solisti Veneti, con i quali ha suonato nelle ambasciate di tutto il mondo e davanti ai Presidenti della Repubblica Cossiga e Ciampi.
È membro dei Solisti Filarmonici Italiani, con i quali ogni due anni partecipa ad una tournée in Giappone.
Collabora, suonando il violoncello barocco, con l’Arte dell’Arco.
Ha collaborato in diverse formazioni cameristiche assieme ai migliori musicisti italiani e stranieri come Mario Brunello, Bruno Canino, Filippo Gamba, Ivry Gitlis, Ramo Jaffè, Michel Lethiec, Piernarciso Masi, Vladimir Mendelssohn, Roberto Prosseda, Giovanni Sollima, Giampaolo Stuani, ecc..
Ha inciso dischi per AMADEUS, RCA, ERATO, FREQUENZ, HYPERION, TACTUS, DAD RECORDS e BRILLIANT.
Il cofanetto delle ventisei sonate milanesi per violoncello e basso di Luigi Boccherini per la Brilliant (unica incisione completa) è stato scelto da Angelo Foletto (critico di Repubblica) come disco del mese di Suonare News, segnalato con 5 Diapason in Francia e ottimamente recensito in American Record Guide e Classical Voice.
È docente di violoncello al Conservatorio di Musica F. Venezze di Rovigo e l’ideatore del Festival ROVIGO CELLO CITY.

Massimo Quarta, Luigi Puxeddu, Giampaolo Stuani