Quartetto di Venezia

Integrale dei quartetti di Beethoven

Abbonamento MantovaMusica e Società della Musica
Madonna della Vittoria, ore 20.45

Andrea Vio e Alberto Battiston, violini
Giancarlo di Vacri, viola
Angelo Zanin, violoncello

Programma

Quartetto in re maggiore op. 18 n. 3
Allegro
Andante con moto Allegro
Presto
quartetto in Fa maggiore op. 18 n. 1
Allegro con brio
Adagio a ettuoso ed appassionato Scherzo. Allegro molto
Allegro
***
Quartetto in la minore op. 132
Assai sostenuto - Allegro
Allegro ma non tanto
Molto adagio - Andante - Molto adagio Alla marcia - Assai vivace
Allegro appassionato

“La perfetta padronanza tecnica e la forza delle interpretazioni (...) pongono il quartetto di Venezia ai vertici della categoria e fra i pochissimi degni di coprire il ruolo dei grandi Quartetti del passato”. Parole di Bruno Giuranna, camerista fra i più prestigiosi del panorama nazionale e internazionale; parole che bastano per presentare le credenziali dell’insieme veneto che ha oltrepassato qualche tempo fa i trent’anni di attività artistica e che in questa stagione mantovana dà corso all’esecuzione integrale dei quartetti di Beethoven in 6 appuntamenti, con la cadenza di due concerti l’anno. Si comincia con due dei 6 numeri dell’op. 18 pubblicata nel 1801, che fu l’opera d’esordio per il maestro di Bonn e che ne svelò il talento, il senso delle proporzioni, la chiarezza, l’assenza di banalità. E poi si prosegue con uno dei lavori più avanzati, l’op. 132 del 1825, che dà conto dei progressi linguistici compiuti da Beethoven, quanto del suo senso visionario nell’ultimo scorcio della sua vita. Un itinerario appassionante, per conoscere un capitolo essenziale della musica ottocentesca e del genere più intellettuale del camerismo strumentale.