Alessandra Aitini, flauto – Domenico Ermirio, violoncello

Ribalta Giovani

Auditorium Cavazzoni, ore 10.30

Programma

Giulio Caccini (1551 – 1618)
Amarilli, mia bella
per flauto e violoncello

Kaija Saariaho (*1952)
Mirrors
per flauto e violoncello

François Couperin (1668 – 1733)
Les Baricades Mysterieuses
trascrizione per flauto e violoncello (Aitini/Ermirio)

Alfredo Casella (1883 – 1947)
Barcarola e scherzo
trascrizione per flauto e violoncello (Aitini/Ermirio)

Hector Villa-Lobos (1887 – 1959)
Assobio a Jato
per flauto e violoncello

Marin Marais (1656 – 1728)
Les Folies d’Espagne
elaborazione per flauto/ottavino e violoncello (Aitini/Ermirio)

Dal tardo Rinascimento di Giulio Caccini alla modernità contemporanea della compositrice finlandese Kaija Saariaho, il programma di questi due giovani strumentisti tocca rapidamente tempi e aree geografiche diverse soffermandosi sulla Francia di Couperin e Marais, sull’italiano Alfredo Casella (che però, ai tempi della “Barcarola e Scherzo”, nel 1903, si trovava a Parigi per completare la sua formazione musicale ed intraprendere una carriera multiforme), passando per il Brasile del prolifico Hector Villa-Lobos e del suo “Assobio a Jato” (Il fischio di jet) scritto nel 1950, pagina breve dal profilo frastagliato e naturalmente sfiorata dall’intenzione onomatopeica. Gli interpreti della locandina che comprende qualche pagina originale ed altre trascritte appositamente per questo duo strumentale, sono la flautista mantovana Alessandra Aitini, (all’attivo una formazione con Mario Ancillotti ed un Master of Arts in Music Performance conseguito a Lugano) ed il violoncellista ligure Domenico Ermirio (un diploma con il massimo dei voti ed un perfezionamento con Dario Destefano) già avviati con merito ad una densa attività concertistica e didattica.