Phoenix String Trio

Omaggio a Mozart

Tommaso Benciolini, flauto

Abbonamento MantovaMusica e Arti.Co
Teatro Bibiena, ore 17.00

Programma

W.A. Mozart:
Quartetto in Do maggiore KV 285b - Allegro
Thema: Andantino
Variazioni I, II, III, IV, V, VI
Quartetto in La maggiore KV 298
Thema: Andante - Variazioni I, II, III, IV - Thema
Minuetto - Trio
Rondeau

Quartetto in Sol maggiore KV 285a, Andante
Tempo di menuetto
Quartetto in Re maggiore KV 285, Allegro
Adagio Rondeau

Furono tre i quartetti composti da Mozart tra il 1777 e il 1778 dedicati al trio d’archi e flauto. Frutto della commissione dell’olandese monsieur de Jean, i due lavori KV285 e 285b appartengono senza dubbio ad una idea di musica da camera lontana da quella del consueto quartetto d’archi. Il quartetto in re maggiore si distingue per l’Adagio in si minore, “dolcemente malinconico, è forse il più bel solo accompagnato che sia mai stato scritto per flauto” (Alfred Einstein). Il quartetto in do maggiore – così come quello in Sol maggiore – riecheggia lo stile tenero di J. Christian Bach e propone, nel Finale, la versione originale del “Tema con variazioni” che sarà poi utilizzata per la Serenata per strumenti a fiato KV 361. “Rondeaux - Allegretto grazioso, ma non troppo presto, però non troppo adagio - Così - così - molto garbo ed espressione” è ciò che scrive scherzosamente Mozart sul frontespizio dell’ultimo quartetto con flauto, il KV 298 in La maggiore: composto a Parigi prendendo a prestito la melodia di Paisiello “Chi mi mostra, chi m’addita, dove sta il mio dolce amore”.